giovedì 26 giugno 2008

Il "mio" tempo

.
"Le cose visibili possono essere invisibili. Se qualcuno va a cavallo nel bosco, prima lo si vede, poi no, ma si sa che c'è - nella "Firma in bianco" la cavallerizza nasconde gli alberi e gli alberi la nascondono a loro volta: tuttavia il nostro pensiero comprende tutte e due, il visibile e l'invisibile.
Ed io utilizzo la pittura, per rendere il pensiero visibile." MAGRITTE

.
.
(ndr: io...utilizzo la POESIA...)
.
.
IL MIO TEMPO

Per convenzione scandito dai minuti,
s’espande il “mio” tempo - che sconfina
in archiviate essenze di ricordi - senza orario
comunicanti in serie e in singoli particolari:
moltiplicati contorni, in echi di stagioni.

L’odierno si sviluppa: vivace e lesto
supera il passato, l’infrange, lo scolora
scolpisce rapido il futuro e lo cavalca:
urge e raggiunge, spinge, pressa
accavallando giorni, mesi ed anni.

Ed io raccolgo, archivio e colleziono
fugaci fotogrammi: vite in pellicola
d’antica celluloide - in riquadri.


© Luciana
.

2 commenti:

eufemia ha detto...

sempre bello passare a leggerti cara luciana

ti lascio un saluto ed un abbraccio, se tutto va bene Sagapo' n. 2 esce a metà luglio ^__^

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Ehilà... sempre una bella sorpresa, una tua visita con commento.
Anche l'amico Francesco mi ha anticipato proprio ieri del prossimo numero di Sagapò! (Sarà fra i poeti-amici che partecipano all'antologia Larioinpoesia)
...A presto ritrovarci in reciproche letture, allora!