giovedì 10 luglio 2008

Ogni mio recondito sentire

.
(fotomontaggio di Escher: mani)
.

Il mio paesaggio in versi non ha tempo:
acquarellato in quinte contrapposte
si svolge e vive al di là della memoria
in arroccate o lievi pennellate, mentre
introietta, si proietta ed accompagna
in andamento più fluido o scomposto
ogni mio intimo, recondito sentire...

Ed è in arcadiche immagini cristallizzate
che vivranno ancora e per sempre le emozioni
il loro perenne stato di conservazione:
un velo cromatico, trasparente e cristallino
insegue il cammino e colleziona i giorni
aldilà d’ogni limite mnemonico, fissando
la loro quotidiana e veloce transizione.

Poesia: tu sei leggiadra essenza
e simbolo, nella mia vita.

.
© Luciana
.

8 commenti:

DR ha detto...

"Poesia, poesia, moglie mia, vita mia..." scriveva Jiménez della sua passione, della Musa che addolcisce i giorni. La "follia" che attraversò la gioventù di Saffo e la vecchiaia di Goethe, che ci fa smaniare davanti ad un'emozione.

Apprezzo l'analogia con la pittura, e forse proprio perché sono negato a dipingere: ho dovuto affinare un altro mezzo per esprimermi, le parole.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Mio nonno materno aveva come hobby il disegno a carboncino, mia mamma amava schizzare ritratti di bimbi in matita...
Io che purtroppo non ho 'ereditato il gene', invidio (bonariamente) coloro che invece lo possiedono! Grande ricchezza mancata che - proprio come dici tu, Daniele - si può almeno 'tentar di surrogare' in parole!
.

Lucy ha detto...

LUCIANA in casa mia lo stesso...tutti artisti ma disegnano e suonano...io racconto la mia anima...non sono poesie le mie...offenderei i poeti...complimenti per cme porti aventi i tuoi lavori :)))

Lucy

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Ciao Lucy,
il tuo Giardino delle Fate è un luogo da attraversare e conoscere ed in cui sostare con vivissimo piacere, gustandone tutte le sfumature e la sensibilità della sua autrice. La poesia è nel tuo saper trasfondere il quotidiano in attimi di sogno. "Colui che vede la rugiada al mattino e rimane chino sotto la foglia, ad aspettare di assaporarne la sensazione, senza mai stancarsi di aspettare è degno di ogni cosa" recita l'introduzione al tuo mondo fiabesco e fatato... ed è proprio così!
Grazie per la tua visita: mi ha fatto davvero grande piacere, averti qui.
.

Anonimo ha detto...

Comunque, sappiate che senza di voi, poeti, a noi ci mancherebbe sempre qualcosa.
Mi prendo la tua poesia e me la metto da parte. Se ne esce qualcosa, te la rimando indietro:-)
Buon WE sul Lario
Jaio

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Carissimo Jajo,
anche senza di voi artisti-creatori- scultori, l'esistenza perderebbe sicuramente una sua bella fetta di magìa...!
(Son curiosaaaaaaa...chissà se "nascerà" davvero qualcosa dai miei versi?!? ...Wow, che emozione!!!...)

cristina ha detto...

Che poesie meravigliose.
Posso permettermi di invitarla a postarle anche sul mio sito?
www.altramusa.com.
Grazie dell'attenzione
Crsitina D.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Grazie per i complimenti e per il gentile invito Cristina, complimenti per 'altramusa' (anche per la sua bellissima rubrica fotografica di tua produzione!). Ricambio a mia volta, esprimendo il desiderio di ospitare i tuoi versi nella
sezione "larioinpoesia", dedicata ai nostri ospiti-visitatori... a presto ritrovarci...ciao!