venerdì 6 marzo 2009

...Donne!

.
2 tele di GIOVANNI SEGANTINI(1858-1899): "L'albero della Vita" e "Dea d'Amore" - (collezione Musei Civici Milano - Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Belgioioso Bonaparte).


...Donne!

Ciascuna conduce
al patchwork della vita
un proprio quadratino:
ritagliato con cura
ha un destino intessuto
di gioie colorate
e dolori senza voce.

...Donne!

La fiaccola della vita
che corre, che scorre
e - in rivoli d'amore -
che passa di mano.

.
© Luciana
.

7 commenti:

Jaio ha detto...

Oilà Luciana,
Bello il Magritte ma penso che sia fatto da qualcunaltro col computer nello stile di Magritte perché Georgette era piuttosto cosí:
http://furlanar.blogspot.com/2008/07/magritte-e-compagnia.html
Comunque, per la festa della donna la tua dedica é molto indicata.
Saluti

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Ho visitato settimana scorsa l'esposizione di Palazzo Reale di Milano, dedicata proprio a Magritte(fantastica - imperdibile!), emozionandomi come una bimba...

Jaio, mi hai fatto sorgere il dubbio di un'involontaria e clamorosissima gaffe....

Ti ringrazio, del tuo gentile suggerimento: cambio subito ed completamente il soggetto!
Eccolo immediatamente trovato, in un altro pittore che io amo molto, è Giovanni Segantini.
Qui, l'essenza femminile è colta nei suoi molteplici aspetti con una delicatezza lieve che, osservata dal vivo lascia letteralmente trasognati...
(Le due tele fanno parte delle collezioni civiche milanesi e sono esposte
alla Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Belgioioso Bonaparte)

Asia ha detto...

Partecipo a un mondo che quasi ignoro... ovviamente, sto parlando del mondo informatico, lo sa bene Daniele, quanta fatica faccio per restare nei cambiamenti... ad ogni modo, sono qui. Mi preme farti raggiungere dal mio grazie, e, soprattutto, dalla gioia della tua conoscenza che, se avallata da Daniele, sicuramente è già una credenziale validissima. Confido di leggerti appena mi sarà possibile, comunicandoti notizia delle emozioni che sicuramente andrò sperimentando leggendoti. Grazie ancora e, buona lettura. Franca Mancini

Censorina ha detto...

La fiaccola della vita che passa di mano: vero!. Un caro saluto. Paola

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

Ho avuto spesso questt'impressione, Paola... avendo una figlia ormai grande (vent'anni), mi è capitato di rivivere situazioni che avvertivo con una strana sensazione, come di "flashback": come fossero eventi e momenti che nella mia vita sono già accaduti...un collegamento fra presente e passato che, come la maglia di una catena, si ripete...!

Jaio ha detto...

Ah Segantini, uno dei miei pittori preferiti. Forse perché sono un montanaro ma le sue composizioni rurali e la ricchezza della materia sopratutto quando é spessa, mi piace da morire.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

E qui siamo in due, Jaio! Le tele di Segantini (sia i soggetti bucolici che quelli a tematiche di lui forse meno note, come in questo caso) viste dal vivo sono profonde, dolcissime, ispirano serenità... sono semplicemente "vive"!