giovedì 28 gennaio 2010

Matisse

.


Un salto e una moina...
ed ecco: il discolo peloso
è pronto a farsi carezzare,
accoccolato sul divano.

Mi si concede per un poco
- con parsimonia e classe -
le orecchie ed il codino tesi,
già pronti, per lo scatto...

.
© Luciana

.

6 commenti:

Buba ha detto...

un saluto dall'amico felino Merlino.... tra pelosi ci si intende ....

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

altrochè! non metto in dubbio!
Matisse è un biricchino incallito - la nostra più amatissima disperazione... e Merlino com'è?!?
(Forse sarà meglio non farli incontrare, cheddici?...eheh!)

arden ha detto...

Ricambio la visita e trovo la sorpresa di un blog di poesie veramente belle. Ne ho letta solo qualcuna, per ora, ma mi riprometto una lettura più attenta del resto.
Una felice scoperta.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

grazie...e a presto reciprocamente rileggerci, allora (...con molto piacere!)

Censorina ha detto...

Bellissimo. A noi è morta la cavia e i bambini hanno sofferto. Era un animale simpaticissimo.

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

piccoli ed amati esserini pelosi che restano per sempre in un piccolo nido nei ricordi dei nostri cuori...