giovedì 25 febbraio 2010

Anniversario ad Urbino

.
fotografia: Franco A. Cavalleri


Luci ed ombre in gioco: il passato si fa presente
e concretizza il tempo, in ampi e chiusi spazi
racchiuso e trattenuto, fugace a raccontarsi
ma espresso in forme d’arte e architetture
che attirano attenzione emozionando
ed avvolgendo focalizzano lo sguardo.

Discende e sale il borgo, in ripide stradine
mattonate: s’apre improvviso nelle piazze
ove s’impongono grandiosi i suoi palazzi
in ruvidi mattoni, diversi eppure uguali
in sfumature rosse ed ocra di colori.

Nel silenzio ovattato di febbraio
(lontano dalle folle di turisti)
cammina il nostro passo fra le mura
e ne percorre strade e spazi antichi,
cogliendo il senso dell’andar restando,
con l’occhio e il cuore accesi alla scoperta
e in abbandono pieno, all’emozione.

Il Duca ed il sogno della "città ideale"
ovunque appare ed intatto ci contorna:
e le colline intorno, in dolci ondulazioni
incorniciano il suo sogno universale.
L’arte di Raffaello, qui nacque e si produsse
sorseggiandone bellezze ed armonia.

E tutto, intorno, appare intatto scrigno
prodigo e ricco, in sensazioni vive
sottolineando quel perenne incanto
che appaia e stringe, in impulsivo istinto,
le nostre mani, le labbra, i nostri cuori.

Degna cornice, al nostro anniversario.


.
© Luciana
(20 febbraio 2010 – 22° anniversario)
.

8 commenti:

buba ha detto...

Cara Luciana, riesci con le tue parole a rendere musicale anche la descrizione di un luogo affascinante come Urbino, ripulendola quella antipatica sensazione da depliant turistica che altrimenti avrebbe... Ci si perde in quelle viuzze ed in qul borgo.
Ad un certo punto mi sono sentita a disagio: mi sembrava di essere lì con voi a reggervi il moccolo ! Mi hai proprio "tirata dentro".....

Buon anniversario a te e a Franco....
Roberta

Anna B. ha detto...

Certi luoghi non possono che portare ispirazione...

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

E' stato un viaggio "mirato": eravamo decisi a visitare finalmente quei luoghi - che abbiamo scoperto essere ancor più profondamente belli di quanto già immaginato!

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

ahahah...troppo simpatico il tuo commento, Roberta... grazie!

Censorina ha detto...

Non l'avevo ancora letta. Quanto sei brava nel fondere luoghi ed emozioni. Sono stata a urbino alcuni anni fa, di fretta purtroppo, ma mi è piaciuta moltissimo. In ritardo i miei auguri per l' anniversario. Sposa di febbraio?

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

cara Paola...sempre gentile... Urbino ha davvero un fascino avvolgente, merita una visita approfondita e mi piacerebbe anche l'idea di ritornarci una seconda volta...
Sì, sposi di febbraio di tanto tempo fa...la cosa divertente fu che si era nella settimana clou del carnevale - bello scherzetto, eh eh...
Ma evidentemente l'idea ci piacque, tant'è che proprio per il carnevale dell'anno successivo... nacque mia figlia ; ))

Censorina ha detto...

A carnevale ogni scherzi vale. Ah ah..

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

; ))