mercoledì 28 aprile 2010

Come una bolla di sapone...

.



Improvvisa e gentile ispirazione,
leggera e fragile, fluida, iridata
come una bolla di sapone, lieve,
lesta a scomparire in un arcobaleno:
leggiadra e repentina, come appare
- d’incanto -

Condotta da venti occasionali
è come un’onda del mio lago:
ricerca un proprio lido.

Presto... una penna:
giammai, ch’io la lasci sfuggire...

.
© Luciana

.

6 commenti:

Anna B. ha detto...

Un saluto su questo post, in cui ritrovo il gioco solitario preferito della mia infanzia!

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

un gioco lieve della fantasia...(com'erano semplici e spontanei, i giochi dell'infanzia...)

Anna B. ha detto...

A dire il vero un paio di anni fa me le sono comprate di nuovo e ogni tanto le uso! ;P
Fanno sognare anche adesso...

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

così eteree ed impalpabili... magari stimolano anche la creazione di disegni ed immagini altrettanto lievi e leggiadre!
: ))

Atti effimeri di comunicazione ha detto...

la vita è come una bolla di sapone...o il nostro vedere lo è, come dietro al suo arcobaleno, come una separazione invisibile, una finestra da cui vedere tutto...! adoro l'immagine della bolla :)

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

circonferenza tensioattiva,
in labile e volatile peregrinare : ))